logotype
Associazione Solaris
Corsi di Yoga Evolutivo, Accompagnare la nascita, Meditazione, Ricerca personale
le radici il viaggio la ricerca

*************************** YOGA EVOLUTIVO A VICENZA *************************** VIENI A PROVARE *************************** PRENOTA UNA LEZIONE GRATUITA AL 348 3849546 ***************************

Raccolta di articoli e informazioni utili per il parto naturale

PARTORIRE IN CASA NON È UNA PAZZIA

Cosa hanno in comune la Regina d’Inghilterra, la rock star Alanis Morissette e la cantante lirica Charlotte Church?

Hanno partorito a casa. Come innumerevoli donne nel mondo che ogni giorno partoriscono a domicilio.

Far nascere il proprio figlio in casa, anche se non è un palazzo reale o una villa da star, si può fare. Eppure, molte donne ‘moderne’ la vedono come una scelta incomprensibile, all’antica e quasi da spericolati.

[...] Lo dice anche dice l’OMS e lo dice la letteratura scientifica in materia, come il rapporto del ricercatore danese Ole Olse ‘Meta-analisi sulla sicurezza del parto in casa’ (2008): ‘Il parto in casa è un’alternative sicura alla nascita in ospedale per le donne con una gravidanza normale, perché riduce l’utilizzo degli interventi medici su mamma e bambino.

L'articolo completo è disponibile sulla pagina del sito del Corriere della Sera.

 

INTERVISTA A LUCE IRIGARAY

"[...] la nostra tradizione si è troppo preoccupata della vita relazionale, del modo in cui ci riferiamo a noi stessi, al mondo, all'altro o agli altri. Ora è forse proprio la maniera di vivere queste relazioni che può distinguerci dagli altri esseri viventi, al livello delle relazioni amorose ma anche delle relazioni pubbliche. Siamo ben lontani da una pratica adeguata della nostra vita relazionale e spesso ci comportiamo in modo peggiore degli animali... Penso che sviluppare una cultura dell'amore possa contribuire al divenire dell'umanità in quanto tale, per non parlare della realizzazione di una democrazia che non si limiti a problemi di danaro. Per di più, praticare l'amore corrisponde al modo d'incarnare il divino, secondo la tradizione cristiana prevalente nell'Occidente". Luce Irigaray

Leggi tutto l'articolo apparso su Repubblica.it

 

DEUIL E DOGLIA NON SI ASSOMIGLIANO SOLO PER CASO
Uno scritto di Clara Scropetta

Il parto è uno stato alterato di coscienza e di connessione con il divino il cui potere di guarigione è impressionante.
Onoriamolo.
Celebriamolo.
Troviamo il coraggio di accantonare la paura, figlia della violenza e madre della sofferenza!
Saranno le endorfine ad occuparsi del mero dolore fisico, ad ubriacarlo e a farci volare.
Nel processo di separazione tra madre e bambino accantonato il dolore al suo giusto posto mi sembra sia utile “faire le deuil”, ovvero elaborare il “lutto”, accettare il cambiamento, vivere appieno la piccola morte e la piccola rinascita; magari deuil e doglia non si assomigliano solo per caso…"

Leggi tutto l'articolo apparso su www.craniosacrale.it

 

VENIRE AL MONDO, DARE ALLA LUCE

Un libro di Verena Schmidt
L’attaccamento materno è un processo complesso che coinvolge tutte le componenti l’essere umano, ma sopratutto è un processo indispensabile per la sopravvivenza del cucciolo umano e quindi fortemente protetto filogeneticamente e biologicamente.

Un neonato non può sopravvivere senza cure materne, quindi nasce con delle competenze specifiche e mette in atto delle strategie decise per promuovere e ottenere l’attenzione e il sentimento materno. Il canale filogeneticamente più vecchio dell’attaccamento è quello genetico.

Leggi tutto l'articolo apparso su www.craniosacrale.it

 

DOPO IL PARTO C’È UN’ORA SACRA CHE TUTTE LE MAMME DEVONO CONOSCERE
Alcuni medici raccomandano subito dopo il parto un’ora sacra, un lasso di tempo esclusivo che deve favorire il contatto tra mamma e bambino.

Favorendo l’ora sacra, e quindi il contatto pelle a pelle tra madre e figlio si stabilizza la respirazione e l’ossigenazione del bambino, si mantengono i livelli di zucchero nel sangue, si stabilizza la pressione sanguigna, si riducono gli ormoni dello stress, si diminuisce il pianto del piccolo, si promuove l’inizio precoce dell’allattamento al seno e si mantiene la temperatura corporea, riducendo il rischio di ipotermia.
Leggi tutto l'articolo apparso su www.vitadamamma.com

 

2017  Associazione Solaris  globbersthemes joomla templates